CERVINO

E’ una presenza rassicurante e protettiva, un’affascinante piramide di granito alta quasi 4500 metri: stiamo parlando del Cervino, la montagna fatta a forma di montagna. Ai suoi piedi si estende la Valtournenche, un fossato roccioso costellato di borghi: Antey Saint Andrè, Torgnon, La Magdeleine, Chamois, Valtournenche paese e, più famoso di tutti, Breuil Cervinia. Piccola capitale degli sport bianchi che in inverno offre ben 200 km di piste, durante l’estate, la località è un paradiso di sport a contatto con la natura. E non solo perchè qui la stagione sciistica non finisce mai. L’state propone anche altro: chi si vuole cimentare nel golf, tanto per cominciare, ha a disposizione il 18 buche più alto d’Italia, ma soprattutto moltissimi itinerari per escursioni. Già sotto il moderno abitato di Cervinia si raggiunge il suggestivo Lago Blu, nel quale si specchia la cima del Cervino. Vi sono poi i sentieri che conducono ai rifugi in quota attraversando caratteristici villaggi di rascard, le abitazioni di legno e pietra. Ancora si può salire fino a quota 3480 con la funivia del Plateau Rosa e, dalla terrazza della stazione di arrivo, ammirare, come in in diorama, le più maestose cime delle Alpi. A quote più modeste si può percorrere il sentiero dei mulini di La Magdalene, che congiunge 8 antichi mulini. A unirli è anche il ruscello che li alimenta e che azionava gli ingranaggi usati per macinare i cereali che crescevano in valle. Orzo ma soprattutto segale entravano poi nell’impasto del saporito pane di montagna. C’è da dire che le specialità della tavola valligiana non sono molte: qui per secoli le condizioni ambientali sono state difficili parecchi mesi all’anno e la cucina ha dovuto per forza essere povera, ipercalorica e autarchica. Ecco allora le zuppe, a base di pane nero di segale cotto nel brodo, con la verza d’inverno, con erbe spontanee d’estate, la selvaggina cucinata in interminabili civet o la carne bovina, un tempo conservata sotto sale, usata nella carbonade; la motsetta e i boudin. E i formaggi? Il più famoso è la fontina dop, la cui produzione d’estate raggiunge le 90 forme al giorno. Ma i buongustai si concedono anche un latticino immacolato chiamato reblec, ricavato dalla panna affiorata. Si gusta al naturale ma basta un po di zucchero per trasformarlo in un dolce squisito.

COLORANTI ALIMENTARI

Sciroppo all’anice trasparente, yogurt alla fragola marroncino, amarene candite incolori e corn flakes biancastri: chi li comprerebbe? Eppure, al naturale, questi alimenti sono così: per effetto dei trattamenti che subiscono durante la produzione perdono il loro colore originario, sbiadiscono, si ossidano e diventano assai poco invitanti. Ecco dunque che per ridare loro un bell’aspetto e farli tornare della loro tinta abituale, i produttori alimentari non hanno altra scelta che ricorrere ai coloranti. Solo così i loro prodotti risulteranno graditi ai consumatori. Eppure, paradossalmente, sono gli stessi consumatori che non comprerebbero alimenti dai colori sbiaditi a diffidare dei coloranti. I coloranti sono additivi e sono sostanze che conferiscono un colore a un alimento o che ne restituiscono la colorazione originaria. Normalmente, servono a ridare un aspetto naturale al cibo. Ma, altre volte, hanno lo scopo opposto: vengono scelti proprio perchè sono talmente innaturali e squillanti da attrarre l’attenzione e rendere unico e riconoscibile un alimento. Dietro l’uso dei coloranti ci sono infatti anche ragioni di marketing, anzi di psico marketing. Poichè mangiamo prima con gli occhi e poi con la bocca, il colore di un alimento ci fa immaginare se è fresco, buono, maturo, sicuro, costruendo il nostro giudizio su di esso ancor prima di assaggiarlo. I coloranti funzionano anche come un maquillage che serve a nobilitare gli alimenti facendoli somigliare a cibi più pregiati. Alcuni coloranti sono di origine naturale, altri sono sintetici e vengono prodotti chimicamente in laboratorio. Quelli detti naturali prevedono comunque l’intervento della chimica o della fisica perchè sono sostanze estratte da materie prime animali, vegetali o minerali con l’uso di solventi o altri metodi industriali. Ormai le fonti sonno soprattutto vegetali o minerali; tra gli insetti, resiste la cocciniglia da cui si ottiene il rosso usato in molti cibi e bevande. I coloranti naturali hanno dei limiti oggettivi: danno tinte opache e hanno problemi di stabilità. Gli additivi possono essere usati solo se tecnicamente indispensabili, cioè quando non ci sono alternative. In alcuni casi, l’uso di un determinato additivo è ammesso soltanto per precise categorie di alimenti e secondo le dosi massime fissate dalla legge, come avviene per i coloranti artificiali. Invece per buona parte dei coloranti di origine naturale si stabilisce solo che vanno usati quanto basta per ottener l’effetto colorante voluto. Da qualche anno, sulle etichette dei cibi, bevande o dolci compaiono a volte tra gli ingredienti concentrato di carota, succo di uva, estratto di barbabietola, concentrato di mirtillo… Non vengono usati per il sapore o il profumo, ma per le loro proprietà coloranti.  Dalla loro lavorazione, si ottengono dei concentrati colorati grazie al pigmento tipico di ogni frutto, erba o ortaggio. Questi ingredienti colorati sono più costosi per i produttori, ma permettono di soddisfare un pubblico disposto a spendere di più per la sicurezza.

PROMOZIONE P&G

P&g torna a far parlare di se con questa comodissima promozione: un utile beauty case con all’interno alcuni prodotti in formato da viaggio. Era richiedibile spendendo almeno 20 euro in prodotti p&g e spedendo gli scontrini arrivava a casa questa pratica pochette.

Featured image

Possiamo parlare di questa promozione grazie all’aiuto concreto della mia socia e collaboratrice Daniela Cazacu.

Ideale per il viaggio, il mini beauty case contiene al suo interno:

– rasoio gillette fusion proglide progettato per offrire una rasatura confortevole e aiutare a ridurre la sensazione di irritazione. Ideale anche per chi si rade tutti i giorni.

– gel barba gillette fusion proglide. Il gel da barba che mantiene la pelle idratata e assicura una migliore scorrevolezza per una rasatura ancora più liscia, delicata e piacevole.

– fondotinta max factor skin luminizer. Ideale per avere una pelle luminosa e radiosa in ogni momento della giornata.

– mini smalto max effeccts di max factor. Tanti colori alla moda, in un formato perfetto anche per le borse più piccole.

-shampoo pantene linea classica. Con tecnologia antiossidante per capelli visibilmente più sani, lavaggio dopo lavaggio.

– balsamo pantene linea classica. I nuovi sistemi combinati di shampoo e balsamo pantene regalano ai capelli tutta l’idratazione di cui hanno bisogno, per una chioma più sana lavaggio dopo lavaggio.

– shampoo head&shoulders classic clean. Deterge i tuoi capelli, lasciandoli freschi, profumati a lungo e liberi dalla forfora fino al 100%.

– spazzolino manuale oral b 3d white lux. L’ideale quando sei fuori casa, per non rinunciare mai ad avere un sorriso bianco e splendente.

– filo interdentale oral b 3d white lux. Per aiutarti a rimuovere e prevenire le macchie superficiali.

– dentifricio az 3d white lux. Una formula unica per rimuovere fino al 90% delle macchie in soli 5 giorni.

GELATO IN VASCHETTA

Non c’è una legge in Italia che stabilisca cos’è un gelato e con cosa va preparato. Tuttavia, i produttori che aderiscono all’igi hanno stilato un codice di autodisciplina. Con gelato si indica un prodotto che contiene grassi e proteine provenienti dal latte, oli vegetali e zuccheri,  a cui vengono aggiunti gli ingredienti che caratterizzano ogni singolo gusto. Il gelato alla frutta è una miscela di succo o polpa di uno o più frutti con acqua e zuccheri. Grazie alla catena del freddo, non è necessario aggiungere conservanti ai gelati.Sono invece indispensabili i coloranti: il codice igi ammette solo quelli di origine naturale. Il gelato può contenere inoltre aromi che ne migliorano il gusto, oltre a emulsionanti e stabilizzanti che ne mantengono la consistenza, sostanze ritrovabili anche in natura.Gli ingredienti che compongono la miscela come il latte, zucchero, uova, cacao e frutta, vengono dosati secondo la ricetta. Il composto viene poi preriscaldato, omogeneizzato e pastorizzato. In seguito viene raffreddato e lasciato maturare per 12 ore a 4°. Poi è congelato a -5 insieme a una quantità prestabilita di aria. In questo modo l’acqua si trasforma in cristalli di ghiaccio e l’aria si disperde in bollicine microscopiche. Il gelato viene infine portato a -25°, lasciato indurire, confezionato e stoccato a -18°, la stessa temperatura del banco freezer del super.

MELANZANE

Grazie alla coltivazione in serra e all’importazione da altri paesi, siamo abituati a vedere le melanzane sui banchi del super tutto l’anno, ma i mesi per trovare quelle nostrane, mature al punto giusto e saporite, vanno da giugno a settembre. Le varietà disponibili, in colorazioni dal bianco al viola scuro, passando per il rosa variegato, sono numerosissime, tanto che in genere si è soliti catalogare le melanzane in modo più pratico, secondo la forma: tonda, lunga o oblunga. Grazie alla polpa soffice e al sapore non troppo intenso, le melanzane attraversano tutto il menù dall’antipasto al secondo piatto fino al contorno, e possono essere cucinate in tutti i modi: fritte, al forno, alla piastra, al vapore, trifolate, stufate. L’importante è che la cottura avvenga in modo completo: come le patate, contengono infatti un elevato tasso di solanina, una sostanza tossica che può dar luogo a disturbi gastrici e sonnolenza, ma che si disperde con il calore. Con solo 16 calorie per etto e una spiccata ricchezza di fibre, sono ottime per chi è a dieta, purchè si stia attenti al condimento: la polpa è come una spugna e assorbe molto olio. Scegliete melanzane sode e pesanti, con buccia senza grinze o macchie scure: segnali che l’ortaggio è vecchio. Per capire se è maturo, premetelo con un dito: se l’impronta non resta visibile per qualche istante, significa che è acerbo. Per conservare le melanzane, maneggiatele con cura evitando di scalfire la pelle e riponetele in frigo in un sacchetto di plastica con qualche forellino. Possono essere congelate, dove averle sbollentate o cotte in forno senza grassi e ben asciugate.

ESI

Esi è un’azienda che vanta 35 anni di esperienza nel settore dei prodotti naturali tra cui cosmetici e integratori.

Nella sua rosa di prodotti troviamo integratori dedicati al benessere dell’organismo, della linea, dello stress, del benessere del sonno oppure vitamine per grandi e piccini oltre ovviamente a prodotti specifici per il corpo.

Featured image

PETIT JARDIN

Petit Jardin è un’azienda che nasce nel 2009 traendo ispirazione dalla natura e dallo spettacolo che solo il nostro paese è in grado di darci. Curiosando in ogni angolo delle nostre belle e amene città. Petit Jardin  cerca di ricreare un piccolo giardino che riesca a racchiudere l’essenza di un viaggio immaginario attraverso l’Italia, con i suoi colori più belli, le fragranze più inebrianti, le emozioni più intense. I punti di forza di questo brand sono amore, passione, rispetto, ricerca e qualità. I suoi prodotti sono in grado di soddisfare ogni esigenza della pelle con naturalezza.

I suoi prodotti spaziano dalla crema superidratante da giorno, alla crema mani, o un peeling purificante, piuttosto che la linea completa per il corpo  ecc…

Per finire poi con la linea da uomo che comprende creme viso, occhi, lozioni dopobarba ecc.

Non vi resta che provarla….

Featured image

ND24

Questa è un’azienda tedesca che produce smalti e ogni tipo di prodotto inerente alla bellezza delle unghie rispettandone , ovviamente la salute e il benessere.

i colori proposti sono originali, alla moda, duraturi e soprattutto consentono una versatilità unica.

Solo visitando il loro sito,http://www.nd24.de/, ci si può fare un’idea della varietà di prodotti e di colori.

Io ho avuto la possibilità di provare un colore che, soprattutto nella stagione estiva, esalta l’abbronzatura e mi ha dato, indossandolo, la sensazione di vivere appieno l’estate.

Cosa aspettate? Nd24 vi aspetta  per giocare e divertirsi con i loro colori.

Featured image

ANYLOCK

Care amiche e amici casalinghi e non, è arrivato il momento di parlarvi di un prodotto che di certo non può mancare nelle nostre case.

Anylock, il sigilla sacchetti universale in vendita su qvc.Grazie ad Anylock si può conservare intatta la freschezza e la qualità dei cibi semplicemente sigillando le buste che li contengono con i sigilla sacchetti universali firmati anylock.I sigilla sacchetti consentono di chiudere qualsiasi sacchetto di plastica aperto sigillando la freschezza e mantenendo la qualità.

Featured image