OKRA

Conosciuta anche come gombo, è una pianta di cui si consumano i baccelli, utilizzati nella cucina di tutti i paesi tropicali, oltre che in quella greca, turca e balcanica. Rustica e poco esigente, l’okra si è diffusa anche in Italia, nel territorio di Latina e nella Pianura Padana, dove viene coltivata in pieno campo. La raccolta, manuale, si protrae per tutta l’estate, circa 2\3 volte a settimana, quando i tipici baccelli costoluti sono teneri e non superano i 7\10 cm di lunghezza. All’interno contengono semi morbidi, che non occorre eliminare, e hanno sapore erbaceo e delicato, simile a quello degli asparagi. Interi e spuntati, possono essere fritti o cotti alla griglia; tagliati a rondelle si aggiungono a stufati  e minestre. Quando i frutti sono molto giovani e freschi possono essere mangiati crudi, aggiunti alle insalate.

Risultati immagini per immagine okra

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...