ENEL FUTUR E

Credo, anzi ne sono convinta, che le energie rinnovabili siano il nostro futuro. Anche diverse aziende, sia in Italia che nel mondo, la pensano come me.

Un esempio è Enel, che ha dato vita al progetto Futur-E finalizzato a diffondere i principi che stanno alla base del concetto di economia circolare. L’economia circolare non è altro che un modo per far sì che ogni prodotto, al termine del suo ciclo di utilizzo, possa diventare una risorsa venendo riciclato e quindi trasformato in qualcosa che possa essere di nuovo utile alla comunità.

Questo è anche un modo per risparmiare, rispettando l’ambiente e credo anche aspirando ad una qualità di vita migliore. Penso che ognuno di noi, nel suo piccolo, metta in atto il concetto di economia circolare anche senza rendersene conto. Io, per esempio, ho l’abitudine di differenziare la spazzatura, oppure cerco sempre di utilizzare le cose finché possibile, e quando posso cerco di trasformarle in qualcos’altro. Un esempio è che io non butto le bottiglie di plastica, ma le trasformo in utensili vari: vasi, portapenne, portasapone ecc.

Come dicevo prima, sono diverse le aziende che hanno sposato questo modo di vedere il nostro futuro, perché di questo stiamo parlando: aziende alimentari, di abbigliamento e molte altre.

Basterebbe davvero molto poco per applicare questo concetto nella vita di tutti i giorni. Visto che abbiamo a che fare quotidianamente con la spazzatura, per esempio, credo che un buon inizio possa essere la raccolta differenziata e il riciclo che ne deriva. Ho avuto modo nel tempo di vedere ciò che può essere creato riciclando i vari materiali, e diciamo anche che mi sono divertita a realizzare delle piccole cose che hanno reso unico, per esempio, il mio bagno o la mia cucina.

Questo è anche un modo per far girare l’economia, credo che sia proprio il messaggio che queste aziende vogliono trasmetterci. D’altronde fin dai tempi antichi l’uomo era solito riciclare: nell’agricoltura, ad esempio, le piante venivano concimate con gli scarti alimentari. Questo metodo oggi è stato messo un po’ da parte a favore della tecnologia e purtroppo in questo modo tanti sapori e tanti valori sono andati persi.

Io credo che è vero che l’uomo si sta evolvendo sempre di più, ma credo che sia anche vero il fatto che la genuinità delle cose sta scomparendo. Una volta, forse, si faceva il vero riciclo: c’era lo straccivendolo che passava per le case a ritirare i vecchi stracci, c’era chi passava a ritirare il ferro, le bottiglie di vetro venivano restituite ai bar, il cosiddetto vuoto a rendere. Oggi invece è più facile infilare tutto nella busta del non riciclabile, per fretta, per pigrizia, quando basterebbe soffermarsi un attimo e tutto sarebbe fattibile. Tutto ciò deve partire da ognuno di noi, iniziamo dal nostro piccolo, aiuteremo la qualità della nostra vita e soprattutto l’ambiente.

Penso, infine, che guardare al futuro, il nostro futuro con questi presupposti sia più bello e salutare per tutti. Non abbiamo nulla da perdere ma solo da guadagnare.


ENEL

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...