RICOTTA

Aprile è il mese in cui la natura si risveglia e, quando si rispettavano i suoi cicli, nelle stalle nascevano i piccoli e si poteva disporre di una grande quantita’ di latte. Ecco perchè la ricotta è un alimento tradizionale di questo periodo, nelle sue declinazioni cruda, salata, al forno o affumicata. Secondo le zone cambia il latte utilizzato, vaccino, di capra e, in meridione, di pecora e bufala, e gli ingredienti che la accompagnano, spesso uova e erbe anch’essi molto abbondanti in primavera. Troviamo la ricotta in Piemonte nei rabaton, soffici gnocchi cilindrici, oppure nel gnocco arrotolato alla torinese, una rotolo farcito con ricotta e spinaci, affettato e gratinato; in altri gnocchi di forma classica in Trentino e in Emilia. In Liguria, poi, esistono moltissime torte salate, come la celebre torta pasqualina e il turtun di Castelvittorio, un disco di pasta matta farcito con erbe spontanee, ricotta e riso. Nella Pianura Padana sono infinite le varianti di ravioli di magro a base di ricotta e nel Friuli la troviamo nei cialzons. Ma il suo trionfo è al centro sud: in calzoni e calzoncelli, lasagne, cannelloni, sughi e anche dolci celebri, come la pastiera napoletana e la cassata siciliana. E in Sardegna quella di pecora, la varieta’ piu’ pastosa e saporita, è usata per culingiones e malloreddus, conditi con favette, foglioline di menta e ricotta mustia, affumicata su braci di profumato legno di mirto.

Risultati immagini per immagine ricotta

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...