SPUMANTE BIODINAMICO E VEGAN

Cresce la domanda di spumante biodinamico e, ultimo nato, di quello vegan. In entrambi la differenza con i prodotti tradizionali riguarda il vino base, mentre la spumantizzazione segue i metodi convenzionali, classico oppure Martinotti. Per le uve biodinamiche, i produttori utilizzano solo metodi naturali seguendo i cicli della natura, come prescrivono i precetti del filosofo Rudolf Stainer. In vigna i fertilizzanti sono organici: come il corno 500, letame fatto fermentare in un corno di bue sotterrato nel terreno, poi recuperato e spruzzato sui campi diluito con acqua; oppure la tecnica del sovescio, cioè la coltivazione tra i filari di pianticelle che nutrono il terreno in modo naturale. Passando alla cantina, tra le altre regole è ammessa solo una percentuale minima di solfiti antiossidanti. Lo spumante vegan invece, che puo’ essere biologico o biodinamico, è prodotto senza l’utilizzo di alcun derivato animale: come la colla di pesce, l’albumina da uova e la caseina, impiegati per chiarificare, purificare, i vini convenzionali. In quelli vegani sono sostituiti da cellulosa o minerali argillosi come la bentonite. Come si riconoscono all’acquisto gli spumanti biodinamici o vegan. Le certificazioni sono volontarie, a differenza dei vini biologici che sono soggetti a quella europea. Per il biodinamico  la piu’ diffusa è quella rilasciata dall’associazione Demeter; per i vegan esistono vari marchi, che fanno capo a enti certificatori.

Risultati immagini per immagine spumante biodinamico e vegan

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...