MANDARINO TARDIVO

Matura in pianta da gennaio fino a marzo: non si tratta di uno dei tanti ibridi in commercio, ma di una varieta’ particolare, nata negli anni 40 per mutazione spontanea del mandarino Avana nel territorio di Ciaculli, nei pressi di Palermo. I frutti che troviamo sul mercato, quindi, vengono raccolti nel pieno del loro sapore e sono di stagione, senza essere stati conservati in celle frigo. Con la tipica forma appiattita, il tardivo di Ciaculli è caratterizzato da buccia sottile, che si stacca facilmente. La polpa è molto succosa e non tende ad asciugarsi, con il forte aroma tipico dei mandarini e il giusto equilibrio tra gusto dolce  e acidulo. All’interno degli spicchi si puo’ trovare un numero variabile di semi, o nessuno, poichè non è un frutto standardizzato. Viene coltivato da circa 120 produttori della zona di Ciaculli con il metodo di lotta integrata o bio, quindi la buccia è edibile, con un raccolto medio di 4000\5000 tonnellate l’anno. Dopo l’acquisto si conserva nel frigo di casa a 4° fino a 30 giorni.

Risultati immagini per immagine mandarino tardivo

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...