CURIOSITA’

Sapete come le farfalle si difendono dai nemici? Quando si posano su un albero, molte specie rimangono invisibili ai predatori perchè le faccia inferiore delle loro ali ha la forma, il colore e le nervature delle foglie secche o l’apparente scabrosità del tronco. Altre, invece, emettono secrezioni nauseabonde o corrosive. Altre ancora, hanno all’estremità dell’addome un’appendice simile al pericoloso pungiglione delle vespe.

Risultati immagini per immagine farfalle

Annunci

ZUPPA CON FUNGHI E CASTAGNE

  • 600 gr di maltagliati freschi
  • 600 gr di castagne
  • 400 gr di funghi porcini
  • 2 scalogni
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 rametto di rosmarino
  • olio extra vergine
  • sale
  • pepe

Incidi la buccia delle castagne, tuffale in acqua bollente e lessale per 20 minuti. Scolale, sbucciale ed elimina la pellicina. Lava e asciuga prezzemolo e rosmarino, poi stacca le foglie e gli aghi e tritali separatamente. Fai appassire in 4 cucchiai di olio gli scalogni tritati e il rosmarino, unisci le castagne e fai insaporire a fuoco vivace per 10 minuti. Sala e pepa, versa 1 l di acqua bollente e lessa per 30 minuti. Spazzola i porcini, raschia eventuali residui di terra, puliscili con carta da cucina inumidita e tagliali a fette non troppo sottili. Fai rosolare gli spicchi di aglio in un tegame con poco olio extra vergine, unisci i funghi e metà prezzemolo. Cuoci per 20 minuti e regola di sale e pepe. Preleva abbondante brodo di cottura delle castagne e frullale con un mixer a immersione, poi unisci il brodo e aggiungi i funghi e i maltagliati. Lessa la pasta al dente e servi la zuppa calda, spolverizzandola con il trito di prezzemolo rimasto.

Risultati immagini per immagine zuppa con funghi e castagne

CARTA DA FORNO

Come mai spesso nelle ricette si suggerisce di bagnarla sotto l’acqua fredda e strizzarla? Essenzialmente perchè, una volta inumidita, la carta da forno non scivola e aderisce alla perfezione a teglie e stampi. Ma non solo. Quando mette teglie e stampi in forno, la parte di carta non coperta degli alimenti o dalla preparazione rischierebbe di bruciarsi e quindi di dare alla ricetta un sapore sgradevole. La carta bagnata evita questo inconveniente.

Risultati immagini per immagine carta forno

ZUPPA DI POLLO E ZUCCHINE

Mettete in una pentola circa un litro e mezzo di acqua fredda, 2 foglie di alloro, 3\4 grani di pepe nero, un quarto di cucchiaino di sale. Aggiungete 250 gr di petto di pollo intero e portate ad ebollizione. Cuocete schiumando la superficie per 15 minuti. Spegnete la fiamma e lasciate raffreddare il pollo nel brodo per altri 10 minuti. Nel frattempo lavate 2 zucchine medie e riducetele a spaghetto con l’apposito attrezzo spiralizzatore o affettatele con una mandolina. Private 2 piccoli peperoncini dei semi e tagliateli a rondelle. Spremete il succo di un lime in un bicchiere e aggiungeteci 2 cm di radice di zenzero grattugiata, insieme con il suo succo. Mescolate e tenete da parte. Togliete il pollo dal brodo e filtrate il liquido in un contenitore pulito. Aggiungete al brodo caldo il lime e lo zenzero e 4 cucchiai di salsa di soia. Usando una forchetta o le mani strappate il petto di pollo in piccoli pezzi e distribuiteli nelle 4 ciotole di portata. Aggiungete le zucchine, i peperoncini, una manciata di germogli di ravanello e il coriandolo. Servite caldo.

Risultati immagini per immagine zuppa di pollo e zucchine

TERRE DES HOMMES

Compilando il form sul loro sito ho ricevuto in omaggio questa bellissima e utilissima penna. Questa associazione si occupa di aiutare i bambini che hanno subito indicibili danni a causa della guerra. Se volete, potete fare una piccola donazione e dare così il vostro contributo.

PASTA AL RAGU’ LEGGERO

  • 280 gr di mezze maniche
  • 300 gr di polpa magra macinata di vitello
  • 1 dl di latte scremato
  • 1 carota
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 dl di vino bianco secco
  • pecorino
  • olio extravergine
  • sale
  • pepe

Raschia la carota e spuntala; spella la cipolla ed elimina eventuali fili duri dal sedano. Schiaccia e spella lo spicchio di aglio.Sciacqua quindi le verdure e tritale. Scalda la casseruola a fiamma medio bassa e fai appassire le verdure preparate con un pizzico di sale, bagnando di tanto in tanto con poca acqua calda. Rosola a fuoco vivace la polpa di vitello macinata in una padella antiaderente, mescolando spesso. Quando sarà croccante, sgocciolala con un mestolo forato su un piatto foderato con carta da cucina e tamponala con altra carta per eliminare più grasso possibile. Trasferisci la carne rosolata nella casseruola con le verdure, unisci i rametti di rosmarino e alza la fiamma. Irrora con il vino, lascia evaporare e abbassa la fiamma al minimo. Regola di sale e pepe e cuoci per almeno 1 ora, aggiungendo ogni tanto un po di latte per mantecare il ragù cremoso. Lessa le mezze maniche al dente, scolale e trasferiscile nella casseruola con il ragù. Irrora con 2 cucchiai di olio, mescola e fai insaporire per 1 minuto. Completa a piacere con scaglie di pecorino.

Risultati immagini per immagine pasta al ragù leggero in bianco

COME SI PREPARA LA SALSICCIA

Stanchi di gustarla cosi com’è? Ecco come renderla diversa e unica. Incidete 800 gr di salsiccia nel senso della lunghezza con la lama di un coltello ed eliminate il budello. Trasferite la carne in una ciotola e mescolatela ad altri ingredienti. Dividetela in 8 parti e date loro la forma di una salamella.

Risultati immagini per immagine salsiccia