OLTRE LE NUVOLE

Secondo la suddivisione astronomica una stagione è l’intervallo di tempo tra un equinozio e un solstizio. Si distinguono quindi 4 stagioni, primavera, estate, autunno, inverno, ciascuna della durata di 3 mesi. La suddivisione meteorologica, invece, tiene conto invece dei mutamenti climatici e ambientali che avvengono in un dato luogo nel corso dell’anno. Nelle zone temperate si distinguono in genere 4 stagioni meteorologiche simili a quelle astronomiche, ma la loro durata varia a seconda della latitudine e del microclima locale. Nelle regioni polari generalmente si distinguono 2 sole stagioni determinate dalla presenza o meno del sole sopra l’orizzonte. Anche nelle zone tropicali si preferisce suddividere l’anno in 2 stagioni: stagione delle piogge e stagione secca.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...