TARASSACO, BORRAGINE E RUCOLA

Sono piante erbacee che allo stato selvatico crescono su tutto il territorio, ma vengono anche coltivate, sia da piccoli produttori ma anche a livello industriale. Il tarassaco, di sapore amarognolo, si gusta crudo, nelle insalate miste, o saltato in padella con aglio e olio. La borragine, invece, viene prevalentemente cotta, in questo modo, le foglie perdono la peluria che le ricopre, come ingrediente di minestroni, drittate e dei tipici pansotti liguri. Proprio per essere trasformata nel ripieno di ravioli di qualità, recentemente è prodotta su larga scala per rifornire i pastifici industriali. Consolidata da decenni è invece la coltivazione della rucola, grazie ad un’agricoltura altamente specializzata nel salernitano: qui, su circa 3 mila ettari, viene prodotta tutto l’anno la rucola della piana del Sele Igp, fresca, croccante e di gusto gradevolmente piccantino.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...