ASPARAGI BIANCHI

Squisitamente stagionali, si trovano fino a giugno. Sono molto comuni in Francia, Germani a e Olanda, mentre in Italia sono tipici delle zone del Nord. Vengono coltivati con una particolare tecnica che prevede di farli crescere ricoperti di terra, a sua volta coperta da appositi teli. In questo modo, in assenza di luce, viene bloccata la naturale fotosintesi e i turioni, cioè gli asparagi, rimangono bianchi, o a volte rosati, e morbidi, con un sapore delicato, dolce e molto fine. Le coltivazioni sono concentrate in Veneto, che vanta prodotti eccellenti: l’asparago bianco di Bassano Dop, tenero e poco fibroso, quello di Cimadolmo Igp, in territorio trevigiano, quello di Badoere Igp, anche in versione verde e prodotto in 3 province, e quello di Verona, in attesa dell’Igp. Non mancano tante produzioni di pregio anche in altre regioni: sono Slow Food e DeCo l’asparago di Zambana, Trentino, e quello di Cilavegna, Lombardia.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...