COMINCIAMO BENE

La notte di San Silvestro si fa festa! La ricetta è presto detta: un gruppo di amici fidati, un buffet semplice ma ricco, e bollicine da stappare per tutta la serata. Oltre alla qualità dei piatti in tavola, per rendere la serata indimenticabile presta attenzione ai dettagli. Per creare un’atmosfera calda e accogliente, occupati delle luci, disseminando in giro candele e lanterne. Sparpaglia per casa anche vasi di fiori freschi, ma non sul tavolo perchè darebbero fastidio. Se ti piace, appendi alle pareti rami di abete ingentiliti da fiocchi di velluto nel colore rosso, che porta fortuna. Infine la musica, qui più che mai affidati al tuo gusto personale; se vuoi un consiglio scegli un unico tema: con i christmas jingle non sbagli, perchè mettono allegria e voglia di ballare, il jazz morbido e la musica da camera creano un’atmosfera sexy e rilassata. Un ultimo suggerimento: se è possibile separa gli spazi, creando un angolo con vasi di piccoli finger food, calici e bollicine dove accogliere gli ospiti per iniziare in un clima allegro. Passato il brindisi, la cosa più divertente è abbassare le luci, alzare la musica a palla e ballare fino all’alba. Se non è possibile, scegli attività più tranquille come i giochi da tavolo, da quelli tradizionali, come la tombola o il mercante in fiera, a quelli di strategia. Oppure dai spazio alla fantasia e inventa il gioco dei buoni propositi. Le possibilità di giocare su questo classico tema di Capodanno sono tante, per esempio puoi chiedere agli ospiti 2 buoni propositi: uno vero e l’altro falso su bigliettini diversi. Poi mescolali tutti, pescateli uno alla volta e fate a gara per indovinare l’autore e riconoscere quelli autentici. Per un tocco in più disponi un bel ramo di vischio in un punto strategico della sala, per esempio appeso al lampadario. E allo scoccare della fatidica mezzanotte gli ospiti correranno a baciarsi proprio sotto i suoi rami. Come tradizione comanda. La formula buffet sembra più semplice della classica cena placè, ma non lo è, richiede anzi una ferrea organizzazione. Scegli un menù da cucinare prima. Inizia con aperitivi, finger food e stuzzichini. Poi servi qualche piatto caldo, facile da consumare con una posata. Termina dopo la mezzanotte con un buffet di dolci monoporzione. Prepara la tavola: informale ma chic. Pensa a un tema: bianco e oro oppure naturale e scegli i componenti di conseguenza. Evita tovaglie lunghe e centro tavola, che sarebbero d’intralcio, ma calcola piatti, bicchieri e posate in abbondanza: 3 a testa. Disponi i piatti freddi sul tavolo prima dell’arrivo degli ospiti, avendo cura di dividerli. In un angolo salatini, patatine, pizze, focacce, formaggi e slaumi. A un capo del tavolo concentra le pietanze vegetariane, separate da quelle a base di carne e di pesce.

NATALE EASY CHIC

Ti stai chiedendo come apparecchiare la tavola di natale di quest’anno? Puoi evitare di lanciarti nell’acquisto sfrenato di nuovi piatti, bicchieri e tovaglie, per concentrarti invece sugli accessori e sui minimi dettagli. Basterà qualche piccolo tocco scintillante a centro tavola, anche per un’apparecchiatura minimalista. Scegli un tema e un colore dominante, ad esempio oro e blu o un super classico rosso e verde e lasciati ispirare. Puoi cercare in casa recipienti bassi e stretti: coprili di spugna e usali per realizzare un runner da tavola creativo ed ecologico con la disposizione di fiori, rami, nastri, candele o palle di natale fatte con lo spago, il tutto dipinto con spray color oro. I segnaposto, che possono anche diventare piccoli cadeau per gli ospiti, puoi crearli con i vasetti di vetro delle marmellate: riempili di terra e piantine grasse, poi decorali con nastrini e un cartellino con il nome. Per i più audaci: un bel servizio di piatti ereditato dalla nonna può essere reinterpretato se abbinato ad altri pezzi finiti in fondo all’armadio perchè spaiati. Per scaldare subito l’atmosfera, ed evitare qualche iniziale momento di imbarazzo, servi un piccolo aperitivo in piedi prima di invitare i tuoi ospiti ad accomodarsi al tavolo da pranzo. Basta qualcosa di semplice, anche una coppa di champagne con crostini al salmone, grissini integrali sui quali arrotolare fettine di culatello, o una semplicissima bruschetta. Una tavola ben apparecchiata è una tavola sulla quale riesci a lasciare spazi vuoti: serviranno ad accogliere i vassoi con le portate e a lasciare ai tuoi ospiti abbastanza spazio per mangiare comodamente. Il sottopiatto è fondamentale per un tocco di eleganza: va posto a 2/3 cm dal bordo del tavolo e non va mai tolto alla fine del pasto. I piatti vanno disposti sopra, dal più grande al più piccolo. Sulla tavola meglio evitare i fiori finti e anche tutte le decorazioni eccessivamente profumate come candele troppo aromatiche o incensi, che possono disturbare o nascondere l’aroma dei piatti. Apparecchia la tavola con una tovaglia ampia, la cui caduta deve essere di circa 35-40 cm per parte. L’ideale sarebbe stirala direttamente sulla tavola, per evitare che rimangano troppe pieghe. Stira i tovaglioli piegandoli solo in 4, poi piegali a mano in modo da ottenere dei perfetti rettangoli.

L’ORA FELICE

Uno dei segreti di un party ben riuscito è che fin dalle prime battute gli ospiti abbiano a disposizione una varietà di cocktail adatta a soddisfare tutti i gusti. Per le bevande ovviamente non devono mancare acqua, succhi ed estratti di frutta fresca, prosecco e poi qualche cocktail, da scegliere su differenti basi alcoliche e abbastanza comuni e noti a tutti. Prevedi piattini, tovagliolini e soprattutto bicchieri in abbondanza. Per non sbagliare, procurane almeno il triplo rispetto al numero degli invitati. E non dimenticare il ghiaccio. Organizza tutte le bevande in un solo angolo, se è possibile separato dal tavolo del buffet. Proponi preparazioni diverse, che possano soddisfare tutti, anche intolleranti, al glutine, ai crostacei, alla frutta secca, vegetariani e vegani. Rispetta idealmente lo schema classico, che prevede la successione di antipasto, primo, secondo e dolce anche se decidi di preparare solo finger food. Attenzione al dolce: è importantissimo perchè sarà il ricordo finale dell’evento. Diversifica quindi le proposte, offrendo agli ospiti torta o tortini, mousse in bicchiere, cupcakes e pasticcini.